ADESSO LA GENERAZIONE PRESENTE VEDE TUTTO CHIARO – Nikolaj V. Gogol (Le anime morte)

È sufficiente di dieci lati averne uno scemo, per essere dichiarati stupidi malgrado i nove buoni. Per i lettori è facile giudicare, guardando dal loro angolo tranquillo e da una cima da cui si ha la visuale completa di tutto ciò che accade sotto, dove invece all’uomo si rivela soltanto l’oggetto vicino. E negli annali universali dell’umanità vi sono interi secoli che pare che siano da cancellare e annullare perché inutili. Al mondo sono stati commessi molti errori che, pare, adesso non farebbe neanche un bambino. Quali sentieri tortuosi, ha scelto l’umanità cercando di raggiungere l’eterna verità, quando le si apriva davanti una via dritta, simile a quella che conduce al magnifico palazzo destinato a essere dimora dello zar! E più larga e più sfarzosa di tutte le altre vie, illuminata dal sole e rischiarata tutta la notte da fuochi, ma gli uomini le sono passati accanto nella cieca oscurità. E quante volte, benché guidati da un segno mandato dal cielo, hanno saputo ugualmente allontanarsi e smarrirsi da un lato, hanno saputo in pieno giorno perdersi di nuovo in luoghi remoti e impraticabili, hanno saputo di nuovo gettarsi polvere negli occhi e, arrancando dietro fuochi fatui, hanno saputo giungere sull’orlo del burrone, per poi chiedersi, l’un l’altro con orrore: dov’è l’uscita, dov’è la strada?
Adesso la generazione presente vede tutto chiaro, si meraviglia degli errori, ride dell’insensatezza dei suoi antenati, senza capire che questa cronaca è tracciata da un fuoco celeste, che ogni sua lettera grida, che da ogni riga un dito accusatore è puntato proprio su di lei, sulla generazione presente : ma invece ride la generazione presente e presuntuosamente, orgogliosamente inaugura una serie di nuovi errori, di cui rideranno poi a loro volta i posteri’

——> ALTRO DI : Nikolai V. Gogol 

Lascia un commento