CAMBIAMENTO – Significato della Parola

Cambiaménto s. m. [der. di cambiare].

– 1. Il cambiare, il cambiarsi: c. di casa, di stagione, di temperatura; fare un c., un gran c., spec. nelle abitudini, nel carattere e sim.; c. di stato d’aggregazione della materia; c. di stato civile, ecc.; c. di scena, nelle rappresentazioni teatrali e sim. (spesso in senso fig., mutamento improvviso di situazione, di uno stato di cose); c. di indirizzo politico; c. di mano, nella circolazione stradale, lo spostarsi di veicoli o persone da un lato all’altro della via (è anche nome, in equitazione, di una figura di alta scuola). In sociologia, c. sociali e culturali, quelli che determinano trasformazioni nella struttura sociale e culturale di un gruppo.

2. Nella scherma, azione con cui si cerca di deviare il ferro dell’avversario dalla linea di offesa.

SINONIMI E CONTRARI 

cambiamento /kambja’mento/ s. m. [der. di cambiare]. – 1. a. [atto ed effetto del diventare diverso: c. di stagione, di temperatura] ≈ cambio, (lett.) cangiamento, mutamento, (non com.) tramutazione, trasformazione, (lett.) trasmutazione, variazione, [di aspetto esteriore] (non com.) trasfigurazione. ‖ capovolgimento, dinamica, dinamismo, evoluzione, ribaltamento, riforma, rivolgimento, rivoluzione. ⇓ innovazione, miglioramento, peggioramento, rinnovamento. ↔ stabilità. ↑ immutabilità, inalterabilità, stasi, staticità. b. [il fatto di diventare diverso in modo drastico o con risultati radicalmente difformi da quelli di partenza] ≈ alterazione, metamorfosi, modifica, modificazione. 2. [atto ed effetto del sostituire una cosa con un’altra] ≈ commutazione, conversione, permuta, scambio, sostituzione.

*FONTE: Treccani.it


Lascia un commento