GIARDINO di Catalina González Restrepo (Colombia, 1976)

Tra le spesse tende e gli alti letti
abitiamo il palazzo dell’isolamento.

Non abbandonerò questo recinto
mai uscirò nuda nei campi
né ti bacerò davanti ai commensali.

Solo nella solitudine dei nostri corpi
ti amerò
con le gocce sulle labbra.

Spremimi
lasciami il bicchiere vuoto
bevi dalla mia sete

e se la morte arriva improvvisa
e illumina una stanza buia?
*Catalina González Restrepo




Lascia un commento