LA SITUAZIONE È CAMBIATA DA UN PÒ DI TEMPO – Da Ferito a Morte di Raffaele La Capria

La situazione è cambiata da un pò di tempo, mi diceva Sasà l’anno dopo, a Ischia, una sera…

Prima chi veniva da queste parti era o il signore pieno di soldi, che si voleva divertire a spenderli – e se lui si divertiva ne beneficiavi anche tu – oppure l’artista che portava un certo tono bohème, molto simpatico perché ti dava la possibilità di far passare la tua miseria per eccentricità. I due ambienti si amalgavano, uno metteva i soldi l’altro la fantasia, dico bene ?

Con me gli piaceva discutere a questo livello, ormai ero fuori dal giro, innocuo, vivevo a Roma, e potevo capire : Perché, dovevo ricordarmelo no ?

Dove stavano ora le belle donne di una volta ? Quelle poche che vedevi non venivano da queste parti per divertirsi, ma per essere esibite da chi le aveva prese in affitto, sentivano l’odore dei soldi e la puzza della miseria, o si volevano sposare, uh !… E le serate di una volta, quando uno si domandava : Adesso dove andiamo a finire ? E i tipi come Mimì Ripamonti, Bebbé Morante, Pupetto Materasso, Tonino Molinari, Geggé De Simone, che ce la mettevano tutta, dove lo raccoglievi più un gruppo di spostati come quelli ? Ragazze come Carlottina, Isabella, Paola, ognuno diversa dall’altra, dove le trovavi più ?ora belline, sì, nessuno lo poteva negare, ma tutte uguali santo Dio ! Come uscite dalla catena di montaggio di una fabbrica di ragazze. Tutte con certi occhi che promettono chissà che – e poi cretine, ma cretine in un modo ! Proprio scoraggianti.

No, no, le cose stanno cambiando, caro Massimo, non si può più venire da queste parti. Appena ti volti vede gente coi cappellini del fantino, mamme e figlie col culo a terra e i calzoni a gamba. E i guaglioni che vengono fuori ora, quelli mi fanno ridere, con la camicia rosso fuoco aperta fino all’ombelico, una finta sicurezza, timidi e esibizionisti, tutti con la testa un pò grossa, le gambe un pò corte, tarchiati che vogliono passare per longilinei, e rassomigliano tutti alle loro mamme, se ci badi. Pensa che fanno ancora la scena del bicchiere per acchiappare la donna. Figurati !

Adesso queste scene non si potevano più fare, non era serio, sistemi invecchiati, non ci si poteva confondere con uno di loro.

*Da Ferito a Morte di Raffaele La Capria



Lascia un commento