L’AURORA – Williams B. Yeats (da Verso Bisanzio) #Poesia

Vorrei essere ignorante come l’aurora
che guardò dall’alto quell’antica regina
che misurava la città con un fermaglio
o quei vecchi avvizziti che osservavano
dalla pedante città di Babilonia
il corso indifferente dei pianeti,
le stelle che svaniscono quando appare la Luna,
facendo somme sulle tavolette,
vorrei essere ignorante come l’aurora
che puramente stava, cullando il carro lucente,
sulle groppe nuvolose dei cavalli.
Vorrei essere -non c’è sapere che valga qualcosa-
sregolato e ignorante come l’aurora.

——-> ALTRO DI: Williams B. Yeats

Lascia un commento