LI PRINCIPII – Cesare Pascarella (1858 – 1940)

S.Pietro romaDiceva bene Checco a l’osteria:
‘Ogni omo deve avécce er suo pensiero’.
Pensi bianco? Si un antro pensa nero,
Rispetteje er pensiero e cusì sia.
Vor dì, si te ce trovi in compagnia,
Je poi di’: – Tu te sbaji… Nun è vero… –
Ma, sempre semo lì, vacce leggero,
perché ar monno ce vo’ filosofia.
E scrivetelo dentro a la ragione,
Che fra l’omo e er principio cambia aspetto.
Io defatti, si in quarche discussione
Trovo che di’ co’ quarche giovenotto,
Quello che sia principio lo rispetto,
Ma quello che sia omo lo scazzotto.

“Questo scrittore di sonetti romaneschi è uno dei più coscienziosi, scrupolosi e tormentati artisti, che ora siano in Italia.” Benedetto Croce

Lascia un commento