MARGHERITA DOLCEVITA – Stefano Benni (Recensione Libro)

Margherita Dolcevita è una ragazzina che sa guardare il mondo. Le bastano un cuore appena difettoso e qualche chilo in più per aggiungere sale e ironia alla sua naturale intelligenza.

Compatisce con affetto le stramberie della sua famiglia, e volentieri si perde nel grande prato intorno alla sua casa, ultimo baluardo della campagna oramai contaminata della città e dimora della sua amica invisibile: la Bambina di polvere.

Ma improvvisamente, come un fantasma di notte, di fronte alla casa di Margherita appare un cubo di vetro nero circondato da un asettico giardino sintetico e da una palizzata di siepi. Sono arrivati i signori del Bene, i portatori del nuovo, della beatitudine del consumo. Amici o corruttori ? La famiglia di Margherita cade in una sorta di oscuro incantesimo: nessuno resta immune.

E su chi fa resistenza alla festa del benessere, della merce, del potere s’addensa una nube di misteriose ritorsioni. Margherita sospetta un piano diabolico ed è pronta a mettere in gioco tutta la combattività e l’immaginazione per scoprire in quale abisso di colpevole stoltezza il suo piccolo mondo e forse il mondo intero sono precipitati.


Lascia un commento