PRAGMATICITA’ E VERA VISIONE DELLA REALTA’ nei BAMBINI

Per un momento Porzia non rispose.

Aveva otto anni e aveva scoperto da poco che far aspettare una risposta, da’ una specie di potere…

 

Che bisogno c’è della tovaglia?, domandò Porzia.

 

Vengono Adam e Pete e voglio una bella tavola. E poi bisognerebbe metterla sempre, la tovaglia. Non c’è motivo di non metterla. Ma quando siamo solo noi due mi impigrisco.

 

Devo mangiare con voi?

Non ti va?

No, preferirei mangiare in cucina.

Perché?

Perché parlate troppo.

Quando si mangia insieme è così…si parla.

Ma è noioso. Specialmente quando c’è zio Adam.

Va bene. Ma aiutami con la tovaglia.

 

Non capisco perché bisogna mettere la tovaglia, che si sporca subito e bisogna lavarla, e poi si inquina. Disse Porzia. Senza tovaglia invece si possono spazzare via le briciole e gli uccellini se le mangiano. È molto più elogico.

 

Ecologico, vuoi dire.

Disse Arden.

Ma la vita non è sempre… insomma, alcune delle cose belle della vita non sono sempre le più pratiche

o le più ecologiche, no?

E mettere la tovaglia non è poi così grave, quindi…

 

Suor Domina dice che sono i piccoli mali, i piccoli peccati che contano di più, perché si sommano. Dio li somma tutti quanti.

 

Forse hai ragione, ma metteremo la tovaglia lo stesso…



Lascia un commento