RARE TRACCE – Rino Gaetano

Rare tracce di signori
Benpensanti e non creduti
Traffichini grossi e astuti
Ricchi forti e incensurati
Rare tracce di vita su Marte
Venere e Plutone
Rare tracce di un cannone
Che ha sparato ha ucciso
Ha fornicato
Rare tracce di peccato
Di sevizie di ricchezza
Rare tracce di tenerezza
In un mondo che si nasconde
Nella propria incolumità
Rare tracce di un passato
Che è passato e che ritorna
Lascia un segno e poi sparisce
Dove andrà?
Ma dove andrà
Rare tracce di un treno
Che parte veloce e spedito
Rare tracce di un perito
Di finanza e di evasori
Rare tracce di buoni gestori
Nella nostra società, società
Ma io conosco le mie virtù
I miei difetti la mia volontà
Ed io riconosco che ci sei tu
E faccio tutto
Penso, scrivo, rubo, mangio
Per conoscerti di più
Rare tracce di gente
Che lavora, che produce
Quando chiede nulla scuce
A un sistema che non va
Rare tracce di fortune
Che si perdono alla sera
Da teppaglia ammanicata
Capace solo di
Opinare, ponderare, deliberare, prevedere
Escogitare, ideare, meditare, concepire
Elucubrare, congetturare, arbitrare, giudicare
Disserrare, spalancare, strombazzare, armeggiare
Appagare tracce rare
Di chi è capace di operare
Reagire, realizzar, e effettuare, avverare
Rispettare, esercitare, lavorare, addestrare
Assuefare, applicare, elaborare, manipolare
Arrischiare, rinunciare, smanovrare, ammansare
Smandrappare, detestare, adorare, esecrare
Ma io conosco le mie virtù
I miei difetti, la mia volontà
Ed io riconosco che ci sei tu
E faccio tutto
Penso, scrivo, rubo, mangio
E faccio tutto
Penso, scrivo, rubo, mangio
E faccio tutto
Penso, scrivo, rubo, mangio
Per conoscerti di più

——-> ALTRO DI Rino Gaetano



Lascia un commento