RIFLESSIONI DI FINE 2013

unnamed-1Pur essendo qui A-politici (posto che nel mondo globalfeudatario moderno sia possibile esserlo), visto le tasse che pagate e che le leggi le subite solo voi che pagate e non chi le fa, nel caso lavorando lavorando vi fosse scappato qualcosa e prima di un’ennesimo lavaggio media-mentale: vi propongo un video riassuntivo riguardante l’operato del ‘Movimento 5 stelle’ per quest’anno.

PER UN 2014 MIGLIORE DEL 2013

A voi le considerazioni sul lavoro del movimento o sulle battute del comico che dà loro voce grossa….

e nel caso gli altri abbiano fatto qualcosa, a parte porcherie e avvisi di garanzia vari, soldi spesi per amici dal banco di gioco o presi da nemici di banca del monte, fate quindi voi il paragone.

Compreso, almeno spero!, che la destra è morta e la sinistra viva non lo è mai stata (ma neanche in coma), a Voi:

credere ancora che colui che scende in piazza oggi sia un delinquente e non lo sia quello che risiede nel palazzo da ieri (colpevolezza per volontà e/o omertà e/o solo consanguineità di partito); lasciarvi persuadere da strumentalizzazioni storico-politiche atte al creare paure da ritorno di duce (come se ora vivessimo nella luce!);  convincervi che basti una meno-mediocre scoRENZIa a coprire la puzza di marcio del vecchio sempre impoltronato e quindi impoltronito, lì presente ieri come oggi, ma travestito da giovane.

Oppure:

rendervi conto di come per il prossimo anno sia necessario un vero e definitivo cambiamento, richiesto prima che di nome dei rappresentanti nella forma mentis dei rappresentati, e decidere concretamente che futuro vogliate per il vostro paese e per la vostra famiglia (sempre che si sia ancora in tempo per cercar di migliorarlo e prima che l’università di Londra ci prenda davvero e tra dieci anni dell’Italia rimangano solo le pubblicità alla tele).

Per imparare a dire NO quando si deve; smettere di dire sempre si e poi sbuffare; svegliarvi!

Ma magari a voi andrà anche bene così, col politico in camicia che ride senza più neanche nascondersi sotto i baffi.

E se va bene a voi, buona camicia – di forza – a tutti!

A.

 

 

Lascia un commento