SELFIE in Versi. Andrea Giramundo


Nell’era del Capitalismo, che per esistere

inculca individualismo, al momento

del suo apice raggiunto, inizio

della discesa, da poco Nato

un fenomeno di rapida ascesa:

– indice della continua decadenza,

un’usanza che dell’uomo mostra ulteriore la deficienza –

i telefoni sempre più intelligenti per persone deficienti.

Ho deciso di parlarvi in versi,

di questa cosa che si chiama Selfie.

Per eliminare sempre più l’interiorità

in tutte le comunità, l’usanza

di farsi foto da soli, non per arte o ricordo,

il bisogno  certo distorto

di dire agli altri l’ho fatto anche io.

Prendendosi da sempre per Dio,

l’uomo si crede il centro dell’Universo:

un manifestare perverso

che si viva la ‘realtà che conta’,

dando in risposta al poeta: apparenza

e non essenza.

Uniti insieme edonismo ed insicurezza,

mostrano solo un’evidente certezza:

quella di un uomo – questo tipo di uomo

che in eterna competizione e confronto

non si accorge nemmeno più di quanto sia tonto.

Gente che del mondo fotografa fiera

il suo girare,

guarda con l’amata un tramonto,

 

il piatto che sta per mangiare

pensa solo agli altri il se stesso mostrare:

Esistenza che non sussiste

perché priva di sostanza,

vive oggi di presunta importanza.

Quest’ulteriore forma di demenza,  

vi chiedo di non sottovalutare:

senz’essere l’oracolo di Delfi

veramente vi dico:

state attenti alla Selfie!

*Andrea Giramundo

Federico Clapis Behind a Selfie COMPILATION #2 by NewsVideo

.

GUARDA LE PEGGIORI SELFIE TROVATE IN INTERNET


25 Worst Selfie Fails Ever! par Alloradillo34

.

Lascia un commento