Tag Archive for VERSI

BELLO IL TUO CORPO – Ghiannis Ritsos

Bello il tuo corpo Infinito il tuo corpo. Mi sono perso nell’infinito. Le mie labbra percorrono il tuo orecchio. Cosi minuto e tenero come puo contenere tutta la musica? L’assenza di perifrasi – diceva – annienta la poesia. E sia.…

TROVAMI. Andrea Giramundo

Trovami, dentro me. Dammi dei punti fissi, mentre giriamo senza meta. Fammi ben vedere la realtà, accecandomi in un sogno. Risponderò ad ogni tuo desiderio, senza che tu ne faccia mai domanda. Ti mostrerò una vita nuova, mentre m’insegnerai a…

ALLA VERGINE. Andrea Giramundo

Vergine indelibata e florida invidio l’acme della pudenda tua emozione, quando al contatto del primo amore, infiammata, nel sentirne lo sconosciuto calore, scoprirai di te stessa, il diventar rorida. Di ciò non ti crucciare ma lasciati suggere, lasciati amare, di…

LA POLVERE E IL VENTO. Wirton Arvel

L’amore immenso, ma evanescente la vita che piano si consuma la polvere e il vento I giorni in cui sono polvere e i giorni in cui sono vento A spasso fra i sogni come il re dei mondi Vagabondo della…

NO TE SALVES. Mario Benedetti – in italiano

NON TI SALVARE Non restare immobile sul bordo della strada non congelare la gioia non amare con noia non ti salvare adesso né mai non ti salvare non riempirti di calma non appartare del mondo solo un angolo tranquillo non…

VERSI SULLA STORIA NELL’AUTUNNO. Francesco Leonetti

È disastroso riflettere sul disastro. È perso il colmo, che ci appariva; qui rimangono gli ossi del rompicapo cinese. La bussola è vaga sul mare di battaglia. È perso, frammenti dell’insieme, rottami ondulatamente sfatti ognuno sono i gruppi di lotta.…

LA VECCHIA UBRIACA. Cesare Pavese

Piace pure alla vecchia distendersi al sole e allargare le braccia. La vampa pesante schiaccia il piccolo volto come schiaccia la terra. . Delle cose che bruciano non rimane che il sole. L’uomo e il vino han tradito e consunto…

PREGHIERA LAICA PER I MIGRANTI. Erri De Luca

«Mare nostro che non sei nei cieli e abbracci i confini dell’isola e del mondo col tuo sale, sia benedetto il tuo fondale, accogli le gremite imbarcazioni senza una strada sopra le tue onde i pescatori usciti nella notte, le…

APPUNTI PER UNA LITANIA – Rocco Spatellaro

Sud è il mio amore, sono gli aratori nell’ombra delle quercie o sulle aie, dormono legati alle cavezze delle cavalle baie. Hanno la faccia bruciata una crosta di pane. E donne salgono pendii si stringono i figli nel vento, vanno…