TRADIZIONI E CREDENZE POPOLARI LEGATE AL GATTO

KIRA DI MAILHACOltre alla famosa superstizione legata al gatto nero, nei secoli e soprattutto nel Medioevo, l’uomo divenne nemico del gatto considerandolo un animale diabolico, il simbolo del male, la personificazione della stregoneria. Sebbene il gatto fosse l’unico distruttore di topi apportatori di epidemie e divoratori di scorte alimentari si diffusero credenze e superstizioni legate ai gatti.

 

Gatto e Diavolo

Gatti al rogo a San Giovanni

Il gatto divenne un emissario di Satana che aveva inviato sulla terra i topi con lo scopo di diffondere i gatti, considerati spiriti maligni. Bisognava quindi cacciare i gatti e perseguitarli. L’inquisizione infatti puniva le streghe, gli eretici e i gatti. Il 24 Giugno durante la festa di San Giovanni nelle piazze di molti paesi si usava mettere al rogo un certo numero di gatti su una graticola arroventata venivano gettati vivi. Non avevano altra via di scampo se non quella di arrampicarsi su un palo di legno. Anche se alto i gatti venivano lambiti ugualmente dai fuochi di San Giovanni tra le urla isteriche della folla che si vedeva così liberata da Satana.

Il lancio del gatto

Nella cittadina fiamminga di Ypres attorno all’anno Mille c’era l’abitudine di lanciare dall’alto un certo numero di gatti i quali nonostante le abilità acrobatiche finivano sfracellati al suolo. Questa lugubre cerimonia ebbe termine solo nell’Ottocento. Ci furono sovrani e ministri che assistevano con sadica esaltazione a queste feste barbare e bisognò arrivare alla saggezza di re Luigi XIV perché le cerimonie del rogo dei gatti in piazza venissero diradate.

 

I gatti rubano il respiro

Ci sono persone che credono che i gatti possano rubare il respiro ai neonati. Non esiste alcuna ragione di considerare questa cosa probabile. Ovvio che se un gatto si sdraia sul viso di un bimbo mentre dorme può togliergli l’aria, ma non certo perché sia un animale del demonio.

 

I gatti prevedono la morte

Si dice che i gatti prevedano la morte delle persone accucciandosi vicino a chi sta male. In realtà questo atteggiamento può essere giustificato dal fatto il gatto ama il caldo e siccome una persona in fin di vita sprigiona dal suo corpo calore è possibile che il gatto gli si accoccoli accanto.

 

Altre superstizioni e credenze popolari

Miagolii di Venerdì

Se si sentono dei miagolii dei gatti soprattutto il Venerdì notte, possono preannunciare un litigio.

Un po’ di pelo sotto alla gamba del tavolo

Un tempo la superstizione popolare sosteneva che per far abituare alla casa un gatto occorreva tagliargli un po’ di pelo e metterlo sotto alla gamba del tavolo per trattenerlo in casa.

Guarire con le feci del gatto

Secondo la medicina popolare usando urina, pelle, cenere e feci di gatto si potevano guarire alcune malattie. Il grasso di un gatto nero invece sempre secondo la medicina popolare si credeva potesse guarire il dolore alle articolazioni.

Gatto nero che porta fortuna

A Capodanno o di primo mattino vedere un gatto è di buon auspicio soprattutto se nero.

Attenzione al braccio

Altra curiosa credenza popolare era che picchiare un gatto di notte con la mano destra potesse far paralizzare il braccio.

Altre credenze popolari sui gatti

  • Credenza italiana: vedi il gatto sbadigliare, la bufera vuol scoppiare.
  • Credenza tedesca: per vivere a lungo, mangiate come i gatti e bevete come i cani.
  • Credenze inglese: trovare un pelo bianco su un gattino tutto nero porta fortuna.
  • Credenza inglese: se un gatto mentre si sta lavando si passa la zampina dietro le orecchie presto pioverà.
  • Credenza popolare: imburrate la zampina del vostro micio e non lascerà mai più la casa
  • Credenza americana: vedere un gatto bianco di notte porta sfortuna.
  • Credenza americana: quando si incontra un gatto con un occhio solo, sputatevi sul pollice, stampatene l’impronta sul palmo della mano ed esprimete un desiderio. Si avvererà.
  • Credenza americana: sognare un gatto bianco porta fortuna.
  • Credenza americana: quando si cambia casa bisogna fare entrare il gatto dalla finestra anziché dalla porta, così non andrà via.
  • Credenza cinese: sentire un gatto che starnutisce è di buon auspicio.

*FONTE: http://www.tuttosuigatti.it

Lascia un commento