UN DOLLARO, MILLE CHILOMETRI – Dominique Lapierre (recensione Libro)

La prima avventura di Dominique Lapierre raccontata tra le pagine del suo ultimo libro Un dollaro mille chilometri.

È il 1949. Un’epoca senza aerei e telefono. Il giovane Dominique Lapierre, allora diciassettenne liceale parigino, accetta una scommessa impossibile: un viaggio di studio in un paese straniero con una modicissima somma.

Il futuro autore parte alla volta del Messico. Inizia così quella che diventerà una delle sue più grandi esperienze di vita.

New Orleans, Città del Messico, Acapulco, Guadalupe. Poi su verso Chicago fino a New York, in cerca del bagaglio smarrito, e infine a Montréal per il ritorno in Francia.

Tre mesi e 14 giorni di viaggio. Trentamila chilometri on the road.

Lapierre con questo libro si è autoconsacrato il vero maestro del viaggio all’avventura della nostra modernità.

E lui non se ne è mai dato vanto.

Il libro si legge in un attimo, è estremamente accattivante e quasi innocente allo stesso tempo, rende l’idea di cosa voglia dire realizzare un’idea. 18 anni, l’estate, non un soldo in tasca, ma un sogno.

E la vita era bella.




Lascia un commento