5 POESIE di Emily Dickinson (1858 – 1859)

Emily Dickinson 139

Passava per viottolo – per rovi –
per radura e per bosco –
spesso banditi ci sfiorarono
sulla strada solitaria.

Il lupo venne a scrutarci –
il gufo ci guardò perplesso –
la figura satinata del serpente
sgusciò oltre furtivamente –

Le tempeste toccarono i nostri abiti –
i pugnali del fulmine brillarono –
feroce dal crinale in alto –
urlò l’avvoltoio famelico –

Le dita del satiro invitavano –
la valle mormorò « Venite » –
Questi i compagni –
questa la strada –
questi bambini tremanti tornarono a casa.
.
.
43

Poteva vivere – visse –
poteva morire – morì –
poteva sorridere di tutto
per fede in uno che non aveva conosciuto,
presentando la sua anima.

Poteva passare dalla scena familiare
a un posto mai visitato –
poteva contemplare il viaggio
con cuore non sconcertato –

Tanta fiducia ebbe uno di noi,
che oggi fra noi non è –
Noi che vedemmo il varo
non abbiamo navigato il golfo !
.
.
67

Il successo è più dolce nel pensiero
di chi non lo raggiunge mai.
Per comprendere un nettare
ci vuole la più severa mancanza.

Non uno della schiera purpurea
che ottenne la bandiera quest’oggi
può tanto chiaramente esprimere
la definizione di vittoria

come il vinto – il morente –
sulle cui orecchie escluse
le lontane melodie trionfali
risuonano chiare e angosciose !
.
.
80

Le nostre vite sono svizzere –
così immobili – così fredde –
finché un giorno chissà
le Alpi lasciano aperte le tende
e noi vediamo di là !

L’Italia è dall’altra parte !
Mentre come sentinelle in mezzo –
le Alpi solenni –
le Alpi sirene
eterne si frammettono !
.
.
125

Per ogni istante estatico
dobbiamo pagare un’angoscia
in netta e tremante
proporzione all’estasi.

Per ciascuna ora amata
crudeli spiccioli d’anni –
centesimi amaramente contesi
e forzieri colmi di lacrime !

LEGGI TUTTE LE POESIE DI E.DICKINSON

IN UN CLICK AL LINK QUI SOTTO SU AMAZON.IT



Lascia un commento