A STREET – Leonard Cohen (Testo in italiano)

—> BIOGRAFIA DI : Leonard Cohen

TESTO IN ITALIANO :

UNA STRADA

leonard-cohenUna volta ero il tuo ubriacone preferito
Buono per farsi un’altra risata
Poi la fortuna ci abbandonò entrambi
E la fortuna era tutto quel che avevamo
Tu indossasti un’uniforme
Per combattere la Guerra Civile
Ci stavi così bene che non m’importava
Per chi stessi combattendo.

Non fu poi mica facile
Quando prendesti e te ne andasti
Ma serberò questa storiella
Per un’altra giornata di pioggia
So che il fardello è pesante
Mentre lo trascini lungo la notte
C’è chi sostiene che sia vuoto
Ma non significa che sia leggero.

Mi lasciasti i piatti da lavare
E un bimbo nella vasca
Sei pappa e ciccia con le milizie
E ne indossi la mimetica
Hai sempre detto che siamo uguali
E allora lasciami marciare al tuo fianco
Solo l’ennesimo numero al seguito
della vecchia bianca rossa e blu.

Tesoro non ignorarmi
Fumavamo assieme eravamo amici
Dimentica quella storia trita
Di tradimento e di vendetta
Vedo il Fantasma della Cultura
Con i numeri tatuati sul polso
Saluta una nuova conclusione
Che è sfuggita a tutti noi.

Ho pianto per te stamane
E piangerò per te di nuovo
Ma non decido io per il dolore
Per cui non chiedermi ti prego quando
Potranno esserci vino e rose
E bottiglie magnum di champagne
Ma non saremo più, no, non saremo più
Mai più così ubriachi.

La festa è finita,
Ma sono caduto in piedi
E me ne sto qui in quest’angolo
Dove una volta c’era una strada

E allora beviamo a quando sarà finita
E beviamo a quando ci incontreremo

La festa è finita,
Ma sono caduto in piedi
E me ne starò qui in quest’angolo
Dove una volta c’era una strada

TESTO ORIGINALE

I used to be your favorite drunk
Good for one more laugh
Then we both ran out of luck
Luck was all we ever had
You put on a uniform
To fight the Civil War
You look so good I didn’t care
Which side you’re fighting for

Wasn’t all that easy
When you up and walked away
But I’ll save that little story
For another rainy day
I know the burden’s heavy
As you wheel it through the night
Some people say it’s empty
But that don’t mean it’s light

You left me with the dishes
And a baby in the bath
You’re tight with the militias
You wear their camouflage
You always said we’re equal
So I let me march with you
Just an extra in the sequel
To the old red-white-and-blue

Baby don’t ignore me
We were smokers we were friends
Forget that tired story
Of betrayal and revenge
I see the Ghost of Culture
With numbers on his wrist
Salute some new conclusion
That all of us have missed

I cried for you this morning
And I’ll cry for you again
But I’m not in charge of sorrow
So please don’t ask me when
There may be wine and roses
And magnums of champagne
But we’ll never no we’ll never
Ever be that drunk again

The party’s over
But I’ve landed on my feet
And I’m standing here on this corner
Where there used to be a street

So let’s drink to when it’s over
And let’s drink to when we meet

The party’s over
But I’ve landed on my feet
I’ll be standing on this corner
Where there used to be a street

*FONTE: http://www.leonardcohen.it
+


Lascia un commento