DE SPONDE, TON MALHEUR FUT TA FELICITE’ – Honorat LAUGIER DE PORCHÈRES 1572-1653 (+TRAD. Italiano)

De Sponde, ton malheur fut ta félicité,
Tu fus, abandonnant la vanité mondaine,
De son incertitude une preuve certaine,
Et trouvas ta constance en sa légèreté.

Mon Dieu, que ta prison fut bien ta liberté !
Ô combien de repos tu tiras de ta peine !
Que de bonheur divin de l’infortune humaine,
Mourant heureusement en son adversité !

L’éteuf, qu’on pousse en bas, en haut saute et s’élance,
Recevant de son corps contraire violence,
Et plus fort abattu ressaute beaucoup mieux.

De Sponde, tout ainsi tombant de la fortune,
Tu pris si rude coup qu’en ta chute opportune,
Repoussé contremont, tu bondis dans les cieux.

-TRADUZIONE IN ITALIANO DI Andrea Giramundo-



De Sponde, la tua disgrazia fu la tua felicità,
Fosti, abbandonando la vanità mondana,
Della sua incertezza una prova certa,
E trovasti la tua costanza nella sua leggerezza.

Dio mio, che la tua prigione fu in vero la tua libertà!
Oh quanto riposo tirasti della tua pena!
Che felicità divina dalla sventura umana,
Morendo serenamente nella sua avversità!

La palla, che si spinge in basso, rimbalza e si slancia in alto,
Ricevendo del suo corpo contraria violenza,
E più è abbattuta più si rialza molto meglio.

De Sponde, tutto così cadente dalla fortuna,
Prendesti così rude colpo che nella tua caduta opportuna,
Che respinto al contrario, tu balzi nei cieli.

*Honorat LAUGIER DE PORCHÈRES   (1572-1653)

Lascia un commento