LUCIO SAFFARO. Pittore di scienza, sogni e poesie (DOCUMENTARIO Biografia)

Lucio Saffaro (Trieste, 26 luglio 1929 – Bologna, 1998) è stato uno scrittore e pittore italiano. Appassionato di matematica, coniugò ricerca matematica e pittura. Studiò i solidi (soprattutto gli icosaedri esistenti in natura) e li rappresentò anche dipingendoli nei suoi quadri.

Nato da una famiglia d’origine persiana si laureò in fisica all’Università di Bologna. Parallelamente all’attività artistica, come matematico dilettante pubblicò diversi articoli su nuove tassellature del piano , su nuove classi di icosaedri, su aspetti dell’infinito matematico, su alcune strutture assiomatico-linguistiche. Le sue ricerche sui nuovi poliedri sono state presentate in numerosi lavori dell’autore e sono state oggetto di conferenze che Saffaro ha tenuto all’estero e in Italia; molte delle elaborazioni di Saffaro nell’ambito della geometria non sono state tuttavia mai sottoposte a un vaglio sistematico della comunità scientifica.

Alcuni saggi relativi ai poliedri sono stati pubblicati sull’Enciclopedia della Scienza e della Tecnica della Mondadori.

Ha inoltre prodotto decine di pubblicazioni letterarie, recensite e presentate da autorevoli critici, e ha pubblicato numerose opere poetiche, alcune delle quali sono state tradotte in Germania e in Francia.

Per quanto riguarda l’arte, dopo aver iniziato a esporre i suoi quadri nel 1962 alla Galleria dell’Obelisco di Roma, ha esposto alla Biennale di Venezia, a Roma, e in molte rassegne in Italia e all’estero, conseguendo alcuni riconoscimenti.

Sue opere sono state esposte in mostre antologiche al Museo civico di Castelvecchio di Verona, alla Galleria d’arte moderna di Bologna, al Museo Civico di Bassano del Grappa.

I suoi lavori sono stati esposti al Sistema Museale d’Ateneo dell’Università di Bologna nel 2004.

APPROFONDIMENTO: I Poliedri di Saffaro

Lascia un commento