Nudo. Libero. ALDO NOVE (da TUTTA LA LUCE DEL MONDO)

Quando nella vita c’è un momento in cui tutto cambia perché lo cuoi, lo vuoi e lo devi fare, inizi la manovra che ti prende e ti porta altrove, per sempre, ovunque tu sia, ti rende stabile altrove, anche se rimane fermo il centro.
È in quel momento.

Inizia il movimento.

Francesco non era più quello di prima, le maschere che tutti mettono per inscenare un’esistenza non avevano più senso, e Francesco quel giorno la maschera se la sarebbe tolta, e senza maschera un uomo è nudo, e la piazza quel giorno era gremita e voleva vedere come poteva un uomo restare nudo.
Nudo.

Dappertutto nella piazza c’era vento, e non portava buone notizie. Agitava i cuori discordi, e gli occhi erano fissi a scrutare gli animi.

Il padre non sopportava più le stravaganze di quel figlio che lo stava rendendo lo zimbello di Assisi. Era appena tornato dalle Fiandre, e davvero, davvero quella volta Francesco aveva superato il segno. Era l’ennesima volta che lo faceva. Aveva di nuovo sperperato i suoi soldi per darli ai preti. Ma non nel giusto, dando a chi di dovere le offerte che ci raccomandano ai santi e che ogni buon cittadino ogni tanto deve fare per rendere giustizia ed equilibrio.
No.

Senza giustizia.
Senza equilibrio.
Tutto.
Francesco dilapidava tutto.
Così che il niente minacciasse anni di impegno e di lavoro.

Tutto e niente sono collegati.
I soldi.
I soldi sono qualcosa.
Sono importanti.
Ti rendono importante.

Se spendi tutto, diventi niente.
E se pre tracotanza cerchi di avere tutto, o come i pazzi dissipi, non ti resta che nulla, e il nulla è spaventoso e non trova asilo da nessuna parte, il nulla è la cosa più spaventosa che c’è e per questo bisogna darsi da fare ad allontanarlo, e Pietro di Bernardone era una vita che si dava da fare per lui e la sua famiglia che erano tutto il suo bene, e che come chiunque voleva vedere crescere e fortificare.
Angelo era il figlio che lo seguiva docile.
Francesco, il primogenito, il prediletto, invece, era un enigma che non riusciva più a sostenere.

Un pazzo.
Un nudo.

Voleva vendetta Pietro.
La voleva con le lacrime agli occhi, con il cuore che esplodeva. Un figlio è parte di te, è quanto di te si stacca dalla tua anima e ne coltiva l’eredità, ti dà un senso come tu hai dato senso ai genitori, compiendoli, è così che funziona la vita. Forse a Francesco la vita non piaceva. Forse era semplicemente scemo, come dicevano tutti in città.
Ma non lo capiva più, Pietro.
Quel figlio che gli sfuggiva dalle mani.
Quando un figlio non è più un figlio…

Francesco si tolse tutti i vestiti.
Si calò le braghe.
Nudo.
Completamente nudo.
Davanti al mondo.
Nudo.

Libero.

——-> ALTRO DI: Aldo Nove

Lascia un commento